Fisco
RED
img

Molte prestazioni pensionistiche (come l’integrazione al trattamento minimo, l’importo delle pensioni di invalidità e di reversibilità) ed assistenziali (come l’assegno e le maggiorazioni sociali, gli assegni familiari, ecc…) sono erogate sulla base di requisiti che prevedono il rispetto di determinati limiti reddituali.

L’INPS (oltre all’Inpdap ed all’iPOST), deve procedere annualmente alla verifica delle situazioni reddituali dei pensionati incidenti sulla misura o sul diritto alle prestazioni pensionistiche e provvedere, entro l’anno successivo, al recupero di quanto eventualmente pagato in eccedenza.

Anche per quest’anno, nel tentativo di agevolare i pensionati, l’Inps ha invieto la richiesta in un unico plico contenente tutta la modulistica in precedenza trasmessa in diversi periodi dell’anno. Ai pensionati pertanto è stata recapitata una busta contenente il modello ObisM di riepilogo delle somme che verranno corrisposte durante il 2010, il modello CUD 2009 riepilogativo dei redditi erogati dall’Istituto nel corso del 2009, la modulistica specifica per i titolari di prestazioni di invalidità civile Inviciv e, se interessato dalla verifica reddituale, il Modello RED.

Per soddisfare la richiesta di dati dell’INPS e degli altri istituti previdenziali, il pensionato deve rivolgersi al Caf Acli con gli stampati ricevuti nel plico suddetto e dovrà inoltre esibire la seguente documentazione: carta d’identità, codice fiscale e, se interessati da RED, dati reddituali relativi all’anno precedente.
Segnala la notizia Segnala questa notizia
Versione stampabile Versione stampabile
Iscrizione Mailing List Iscriviti alla mailing list