Immigrazione
Studio
img
Ingresso in Italia per motivi di studio
Un visto per motivi di studio può essere richiesto all’Ambasciata italiana nel Paese di residenza dello straniero. Ha validità pari al corso che si intende seguire e si rinnova di anno in anno fino alla fine del corso di studi previsto. Questo permesso permette di svolgere attività lavorative part-time (non più di 20 ore settimanali).
Terminato il corso di studi, lo straniero che ottenga il diploma di laurea in Italia può convertire il proprio permesso di soggiorno per motivi di studio in motivi di lavoro alla scadenza del primo.
Il cittadino straniero che soggiorni già in Italia per lavoro subordinato, per lavoro autonomo, per motivi familiari, per asilo politico e protezione sussidiaria o per motivi religiosi, può iniziare o continuare gli studi in Italia.

Chi è in possesso di un titolo professionale ottenuto all’estero può chiederne il riconoscimento in Italia.


Puoi rivolgerti alla sede più vicina del Patronato ACLI – Sportello Immigrati per ricevere maggiori informazioni sul tema (consulta elenco sedi)


Segnala la notizia Segnala questa notizia
Versione stampabile Versione stampabile
Iscrizione Mailing List Iscriviti alla mailing list