patronato.aclipiemonte.it

stampa
Inabilità INPS
 
lavoratore dipendente privato, lavoratore autonomi,invalido disabile
LA PENSIONE DI INABILITA’

CHE COS’È

E’ una pensione che spetta ai lavoratori dipendenti o autonomi affetti da un’infermità fisica o mentale.

I REQUISITI
Si può ottenere quando si verificano le seguenti condizioni:
· un’infermità fisica o mentale, accertata dal medico dell’INPS, che provochi una assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività lavorativa;
· un’anzianità contributiva e assicurativa di almeno cinque anni, di cui tre versati nei cinque anni precedenti la domanda di pensione.
Per ottenere la pensione di inabilità non si deve svolgere alcuna attività lavorativa.

La pensione di inabilità non è definitiva, perché le condizioni sanitarie del suo percettore possono essere soggette a revisione.
Nel calcolare l’importo, alle settimane di contribuzione maturate, viene aggiunta una maggiorazione convenzionale che copre il periodo mancante dalla decorrenza della pensione fino al raggiungimento di 55 anni di età per le donne (60 per le autonome) e di 60 per gli uomini (65 per gli autonomi).
La maggiorazione, tuttavia, non deve far superare complessivamente i 40 anni di anzianità contributiva.
Per coloro che, al 31 dicembre 1995, avevano un’anzianità inferiore ai 18 anni, la maggiorazione è calcolata con il sistema contributivo, come se il lavoratore inabile avesse l’età pensionabile di 60 anni, indipendentemente dal sesso e dalla gestione di appartenenza.

LA DOMANDA

Il modulo è disponibile presso gli uffici dell’INPS o sul sito dell’Istituto (www.inps.it) nella sezione “moduli” e, debitamente compilato con le informazioni indispensabili, si può presentare direttamente all’INPS.

Il Patronato ACLI offre assistenza gratuita nella compilazione e nella trasmissione della domanda all’INPS.

FONTE: sito web dell’INPS


 
indietro

©2003 Sistema Informativo En.A.I.P. Piemonte