patronato.aclipiemonte.it

stampa
Invaliditą INPS
 
lavoratore dipendente privato, lavoratore autonomo, invalido disabile
PENSIONE ORDINARIA DI INVALIDITÀ

CHE COS’È

E’ un assegno che spetta ai lavoratori dipendenti e autonomi affetti da un’infermità fisica o mentale.

I REQUISITI
Si può ottenere quando si verificano le seguenti condizioni:

· l’infermità fisica o mentale, accertata dal medico legale dell’INPS, che provochi una riduzione permanente a meno di un terzo della capacità di lavoro, in occupazioni confacenti alle attitudini del lavoratore;
· un’anzianità contributiva e assicurativa di almeno cinque anni, di cui almeno tre versati nei cinque anni precedenti la domanda di pensione.

L’assegno ordinario di invalidità non è una pensione definitiva: ha una durata massima di tre anni ed è rinnovabile su domanda del beneficiario, che viene quindi sottoposto ad una nuova visita medico-legale. Dopo due conferme consecutive l’assegno diventa definitivo.
L’assegno ordinario di invalidità viene concesso anche a chi continua a lavorare. In questo caso il titolare ogni anno può essere sottoposto a visita medico-legale.
Al compimento dell’età pensionabile l’assegno viene trasformato in pensione di vecchiaia, ricorrendo i relativi requisiti.

LA DOMANDA

Il modulo per presentare la domanda è disponibile sul sito dell’INPS (www.inps.it) o presso le sedi locali. Una volta compilata, la domanda si può presentare direttamente all’ufficio INPS di competenza o inviare per posta.

Se hai bisogno di assistenza nella compilazione e presentazione della domanda per ottenere la pensione di invalidità, puoi rivolgerti alla sede più vicina del Patronato ACLI. L’assistenza è gratuita.


FONTE: sito web dell’INPS


 
indietro

©2003 Sistema Informativo En.A.I.P. Piemonte